Scopri la migliore offerta per la tua vacanza in Sardegna

Lo stagno di Notteri, il paradiso dei fenicotteri rosa

Sorvolando dall'alto la costa nordorientale della Sardegna, nei pressi di Villasimius, a un certo punto la vista è catturata da uno specchio d'acqua separato dal mare da una lingua di sabbia. Siamo nei pressi dello stagno di Notteri, una zona umida di grande interesse naturalistico che diversi uccelli migratori, tra cui i fenicotteri rosa, hanno scelto come luogo di sosta nel loro lungo percorso. Meta ideale per gli amanti della natura, spettacolo particolarmente gradito ai più piccoli.

Dove si trova lo stagno di Notteri?

Nel punto più stretto della Penisola di Capo Carbonara, nella Sardegna sudorientale, possiamo ammirare lo stagno di Notteri. Partendo da Cagliari, si imbocca la litoranea in direzione Villasimius, comune al quale afferisce quest'oasi, per trovarlo poco prima di arrivare al centro abitato. Alla sua posizione, tra Porto Giunco e la spiaggia di Simius, a pochi minuti dal centro abitato e dal porto, deve una delle motivazioni del suo grande fascino.

Quali sono le bellezze dello stagno di Notteri?

34 ettari separati dal mare da una lingua di sabbia bianca, che costituisce la spiaggia dei Notteri, detta anche spiaggia del Giungo. Lo spettacolo che lo stagno di Notteri offre ai visitatori appena si arriva è davvero suggestivo:

  • L'oasi è delimitata da una scogliera e da un promontorio.
  • Tutto intorno è circondata salici e altre specie della macchia mediterranea.  
  • Sul promontorio si erge la torre di avvistamento spagnola di Porto Giunco.

Secondo i geologi, lo stagno si sarebbe formato in seguito a all'unione, avvenuta nel tempo, tra l'antica isola di Punta Santo Stefano e la terraferma. Ciò ha provocato la formazione di due consistenti lembi di sabbia che hanno racchiuso lo specchio di mare trasformandolo in stagno. Essere isolato dal mare e, al tempo stesso, così vicino, ci spiega perché in estate questa zona umida si prosciughi, mentre nelle altre stagioni si riempia grazie alle piogge e dalle ondate del mare, col risultato di avere un'acqua sempre diversa per concentrazione salina.

Questa zona umida è di notevole importanza da un punto di vista naturalistico: le rive sono basse e sabbiose e vi sosta una fauna acquatica molto interessante. Possiamo, infatti, ammirare:

  • Gabbiani: esemplari generalmente associati al concetto di libertà.
  • Cavalieri d'Italia: uccelli molti eleganti. Le loro zampe possono raggiungere i 30 cm di lunghezza. La loro particolare eleganza è data dai colori del manto: bianco e nero. Il becco è nero di forma lunga e sottile.
  • Cormorani: il loro corpo è lungo e di colore nero. Il becco a forma di uncino costituisce la loro particolarità.
  • Fenicotteri rosa: il pregio dell'oasi è data dalla presenza di questi uccelli maestosi, alti un metro e mezzo, bianchi, dal collo lungo e affusolato, con ali che si tingono di rosa e nero. Il loro becco è di una misura importante e ricurvo. È possibile ammirarlo nei mesi invernali.


Fenicotteri Rosa Stagno di Notteri

Lo stagno di Notteri e la passione per la natura

La spiaggia che separa questa zona umida dal mare, la spiaggia del Giunco, è attrezzata con diversi stabilimenti balneari e ristoranti. Lo stagno di Notteri è una meta consigliata agli amanti della natura che possono dilettarsi nel birdwatching e alle famiglie con bambini, i primi appassionati di animali.

  • Sardegna: nord o sud? Come scegliere la vacanza migliore!
    La Sardegna, che sia nord o sud, offre un ampia scelta di località dove poter trascorrere per le vostre vacanze. Se siete amanti della mondanità e vi piace vivere la notte, optate per la parte nord dell'isola. Se desiderate una vacanza all'insegna della natura e dello sport, allora dirigetevi nella parte a sud!