Découvrez la meilleure offre pour vos vacances en Sardaigne

L'ancienne forteresse de Villasimius, une promenade dans l'histoire

La Fortezza Vecchia di Villasimius è un simbolo per gli abitanti della zona. Costruita nel XIV secolo, ha accompagnato questo lembo di isola nei momenti salienti della sua storia. L'ha protetto nei secoli dalle incursioni turche, ha ospitato le tonnare e le barche dei corallari. Dopo essere rimasta in stato di totale abbandono per quasi un secolo, oggi è diventata un museo molto interessante da visitare. Da non perdere il tramonto da questa altura, momento quasi magico, dai colori infuocati.

La Fortezza vecchia di Villasimius

Dove si trova la Fortezza Vecchia di Villasimius?

La Fortezza Vecchia di Villasimius si erge su un promontorio, nelle vicinanze di Capo Carbonara, dal quale domina la parte orientale del golfo di Cagliari, vale a dire quella parte che va da Capo Boi a Cala Caterina. In origine aveva pianta triangolare equilatera, con lati di circa 11 metri e altezza 10 metri. L'ingresso, rivolto verso il mare, era sopraelevato. Il suo aspetto maestoso, immerso in una location davvero suggestiva, testimonia un passato ricco di avventure.


La Fortezza Vecchia di Villasimius tra passato e presente

È piacevole, in vacanza, alternare momenti di totale relax ad altri che soddisfano la voglia di conoscere. E allora scopriamo alcune delle curiosità sulla Fortezza Vecchia di Villasimius.

  • Il primo nucleo della torre risale al XIV secolo, un periodo di grandi cambiamenti storici per l'isola: il passaggio dell'antica Carbonara, oggi Villasimius, al dominio aragonese.
  • Ebbe un importante ruolo difensivo: nel XVI secolo Filippo II fece fortificare tutto il litorale facendo erigere una serie di torri collegate fra loro. Era alquanto pressante l'esigenza di contrastare gli attacchi dei turchi che da decenni imperversavano sulle coste sarde.
  • Sempre nel Cinquecento, ospitò all'interno della sua muraglia le barche dei corallari e le tonnare per custodire il pescato.
  • Nel 1790 subì un massiccio intervento di restauro: il mastio triangolare venne trasformato in un piccolo complesso a quattro lobi a spigolo vivo in modo da resistere meglio al fuoco di fucileria negli scontri ravvicinati.
  • A partire dal 1847, quando l'ultimo capitano fu licenziato, la fortezza restò abbandonata e divenne rifugio per i pastori; nel 1968 iniziarono i primi lavori di restauro della torre grazie a un rinnovato interesse per la struttura.

Il Museo della Fortezza Vecchia di Villasimius

La Fortezza Vecchia di Villasimius oggi è un museo che conserva, tra l'altro, le testimonianze della sua storia. In uno dei documenti che la riguarda, risalente al 1788, si legge un curioso invito all'Ammiraglio, che allora abitava la torre, ad allontanare dalla fortezza la moglie, dato che la struttura non era adatta a ospitare una signora. Una volta terminata la visita degli interni, è, per così dire, d'obbligo soffermarsi ad ammirare lo spettacolo davvero suggestivo che questa location sa offrire. Il panorama che si gode da questo promontorio fa spaziare la vista in uno degli angoli più belli della Sardegna, soprattutto al tramonto. Il sole cala oltre le coste in un trionfo di azzurro e arancio mentre la risacca risuona placida.

  • Gli eventi di Villasimius, tra fede e tradizione
    Se avete scelto la Sardegna meridionale come meta per le vostre vacanze estive, oltre che godervi un mare cristallino e spiagge dalla sabbia bianca e rosa, potrete trascorrere piacevoli serate assistendo agli eventi di Villasimius.
  • Isola dei Cavoli, Sardaigne à découvrir
    L'île de Cavoli s'étend au sud-est de la Sardaigne. Le paysage, un peu sauvage, est dominé par le phare de la Cavoli qui dans le passé était le centre de la vie de cette île. Sur les côtes, très déchiquetées, alternent, cependant, quelques criques très suggestives.