Discover the best offer for your holiday in Sardinia

The Pan di Zucchero rock, beauty and adventure

Non siamo a Capri né a Rio de Janeiro, siamo in Sardegna, sul litorale sud-occidentale, che va da Nebida a Cala Domestica. Uno scenario mozzafiato, fatto per lo più di rocce a picco sul mare, in cui insenature nascoste cedono il passo a spiagge più accessibili. In questo incantevole tratto di costa, all'altezza di Matua, nel distretto di Iglesias, si staglia il faraglione più alto del Mediterraneo: lo scoglio Pan di Zucchero. Se siete amanti del climbing non dovete perdere l'occasione di scalare la sua parete e godervi il panorama aspro e selvaggio di questo angolo di Sardegna.


Lo scoglio Pan di Zucchero, tra natura e archeologia industriale

Con lo scoglio Pan di Zucchero ci spostiamo nella Sardegna sud-occidentale, nel distretto di Iglesias. Questa grossa zolla zuccherosa, dichiarata monumento naturale, si staglia al largo della baia di Masua, più precisamente, di fronte Porto Flavia. In questo posto, nel Novecento, risiedeva un importante sito minerario di cui ancora oggi è visibile il tunnel d'ingresso. Il faraglione è facilmente raggiungibile, con barche o gommoni, partendo dalla bellissima spiaggia di Masua.

Scoglio Pan di Zucchero


Lo scoglio Pan di Zucchero, un'escursione emozionante

Se siete approdati a questo lato della Sardegna, probabilmente siete amanti dei paesaggi aspri e volete una vacanza dinamica. Rompete gli indugi, dunque, partite per un'escursione alla volta del nostro scoglio e, prima di salire sulla barca, leggete queste brevi e interessanti notizie.

  • Con la sua superficie di 0,03 chilometri quadrati, e l'altezza di 133 metri è lo scoglio più alto del Mediterraneo.
  • Si è originato dall'erosione del mare che ne ha determinato l'allontanamento dalla terraferma, più precisamente dal monte Nai.
  • È una roccia calcarea caratterizzata da un colore chiaro e una superficie a gradini piatti. Al suo interno sono visibili due grandi archi che diventano gallerie, formatesi grazie a fenomeni carsici. Una di queste può essere attraversata su piccole imbarcazioni.
  • Il suo nome sardo è Concali su Terràinu, ciò nonostante è più famoso con l’altro nome per la sua somiglianza con il Pão de Açúcar, il colle situato a Rio de Janeiro.

Visitare questo imponente monumento dal mare è senz'altro suggestivo, ma se siete temerari e soprattutto allenati, il meglio deve ancora arrivare.


Lo scoglio Pan di Zucchero, la meraviglia dell'imponenza

Visitare lo scoglio, infatti, è un'occasione imperdibile per quanti amano il climbing. Opportunamente attrezzati e accompagnati da personale specializzato, è possibile scalare la sua parete. Una volta arrivati in cima, a 133 metri sul mare, si dominano gli scogli vicini di s’Agusteri e del Morto. Alzando lo sguardo, invece, appaiono la falesia di Porto Flavia e la grotta del Soffione, sita ai piedi della miniera. In questa insenatura rocciosa le onde del mare si rifrangono generando grandi spruzzi. In direzione sud si contempla, ancora, l'incantevole spiaggia di Masua dove la sabbia e la ghiaia si alternano a scogli sparsi. Vero spettacolo della natura, diviene ancora più suggestivo nelle ore che precedono il tramonto.

  • Gli eventi di Villasimius, tra fede e tradizione
    Se avete scelto la Sardegna meridionale come meta per le vostre vacanze estive, oltre che godervi un mare cristallino e spiagge dalla sabbia bianca e rosa, potrete trascorrere piacevoli serate assistendo agli eventi di Villasimius.
  • Isola dei Cavoli, Sardinia to discover
    The island of Cavoli extends to the south east of Sardinia. The landscape, somewhat wild, is dominated by the lighthouse of the Cavoli that in the past was the center of the life of this island. On the coasts, very jagged, alternate, however, some very suggestive coves.
  • Lo stagno di Notteri, il paradiso dei fenicotteri rosa
    Alle spalle della spiaggia del Giunco, a pochi passi dalla spiaggia di Simius, nella Sardegna sudorientale, si estende lo stagno di Notteri. Una zona umida di grande interesse naturalistico per la presenza di diverse specie di uccelli migratori, tra i quali i fenicotteri rosa.